"Borja non si tocca". La fine triste di un amore vero

Borja Valero piange. Come chi sa di aver perso qualcosa che gli apparteneva. Un pezzo di sé. Magari proprio quel lembo di pelle su cui ha deciso di incidere per sempre la sua Firenze. Non un tatuaggio banale. Non il giglio e nemmeno la cupola del Brunelleschi. Semplicemente le coordinate del luogo forse più rappresentativo della città: Ponte Vecchio. Firenze l’ha amata, studiata, conosciuta in ogni sua sfaccettatura. Ha deciso di viverla e lì aveva programmato anche la sua vita dopo la carriera.



La Fiorentina gli ha ridato luce dopo l’incubo retrocessione con il Villarreal. Cinque anni fa la folgorazione. Borja si presenta. Uno spagnolo in Italia, dopo de la Pena e Mendieta. Lo scetticismo per i 9 mln spesi, spazzato via dopo 10 minuti di Fiorentina-Udinese. Altra categoria, poeta del calcio, esteta ma anche corridore formidabile. Non è Borja a girare intorno alla palla, ma la palla a girare intorno a Borja. Montella gli dà le chiavi della squadra, la Fiorentina si diverte e fa divertire. Il calcio più bello d’Italia, la Champions soffiata via vigliaccamente dal Milan. I tifosi viola sognavano a occhi aperti. Anno dopo anno la Fiorentina è stata indebolita da cessioni eccellenti. Ormai si sa, questa è la filosofia dei Della Valle. Prima Jovetic, Neto e Ljajic, poi Cuadrado e Alonso.


I saluti di Pizarro e Aquilani, che insieme a Borja avevano creato quel magnifico centrocampo. Uno dietro l’altro. Firenze rumoreggia, mormora la sua amarezza. Ma in fondo, ha imparato a conoscere la sua dimensione e sa attaccarsi a chi sposa la maglia. Borja non si tocca. Tutti, ma lui no. Da due anni come un mantra lo hanno ripetuto, gridato dalla Curva Fiesole. A prescindere da ragioni o colpe, vederlo piangere dalla finestra di casa di fronte a circa 400 tifosi, è una sconfitta per tutti. Soprattutto per loro.

Condividi articolo

Se questo articolo "Agghiacciande" ti piace e vuoi che i tuoi amici ne condividano l'ignoranza, usa i tuoi social per diffonderlo e continua a segurci sul sito www.gliautogol.it


Tag:

Serie A
105 AUTOGOL
Ascolta
il Podcast

TUTTI I NOSTRI EVENTI