Brava Inter. Così puoi tornare a fare calcio!

Finalmente. Dopo anni di totale dominio tecnico e di programmazione della Juventus, un’altra grande del nostro calcio si è svegliata. L’Inter di Zhang Jindong ha messo le mani sui due millennials del Genoa, Pellegri e Salcedo. Entrambi classe 2001. Sì, avete letto bene. E i nerazzurri sono pronti a mettere sul piatto quasi 60 milioni potenziali per strappare a Preziosi i due giovanissimi talenti. Brava Inter! Ogni altra parola sarebbe superflua. E se la paura del fair play finanziario è servita a convincere Suning, ben venga anche per le altre società.
Pellegri è stato il primo 2001 a segnare in Serie A, fra l’altro il giorno dell’addio a Francesco Totti, il terzo più giovane di sempre dopo Rivera e Colaussi. È entrato nella storia, così come il suo trasferimento all’Inter destinato a riscrivere le regole del calciomercato. Storia diversa quella Anthony Mora Saucedo. Ancora alla ricerca dell’esordio in Serie A, ma già protagonista nelle giovanili rossoblù. Due attaccanti, due potenziali fenomeni.

L’Inter guarda al futuro, senza vergognarsi di copiare il modello Juve. Ovvero chi da anni ormai sta monopolizzando il mercato dei giovani talenti italiani. Troppo giovani, questa volta, forse anche per il segugio Marotta. Ausilio e Sabatini sono arrivati per primi, accontento le richieste sulla carta folli del Genoa, ma mandando un messaggio chiaro alla concorrenza.

L’Inter ha capito cosa serve per tornare a far calcio. Nel mirino anche la stella del Pescara Coulibaly, classe ’99, già salito alle luci della ribalta per la sua incredibile storia e soprattutto per le sue doti strabilianti, che lo avevano già fato finire nei radar proprio della Juve. Finalmente, in Italia la sveglia è suonata.

Condividi articolo

Se questo articolo "Agghiacciande" ti piace e vuoi che i tuoi amici ne condividano l'ignoranza, usa i tuoi social per diffonderlo e continua a segurci sul sito www.gliautogol.it


Tag:

Serie A
105 AUTOGOL
Ascolta
il Podcast

TUTTI I NOSTRI EVENTI